PAGINA EDUCATIVA FARMACI SCADUTI - Farmacia Vidussi

Vai ai contenuti
 
RACCOLTA DIFFERENZIATA FARMACI SCADUTI

Volete smaltire correttamente i farmaci scaduti o avanzati? Complimenti, fate parte di quel 40% di cittadini che non buttano i farmaci nel rifiuto indifferenziato: quindi non danneggiate il sottosuolo e non inquinate l’acqua potabile. Avete la mia piena approvazione, bravi. A questo punto non ci resta che verificare insieme se siete anche bravissimi: cioè vi offro qualche spunto per verificare se utilizzate correttamente tutti gli strumenti messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione per uno smaltimento corretto e funzionale al 100%.
Nelle città come nei piccoli centri come Jerago con Orago, appositi raccoglitori di farmaci scaduti sono ubicati nelle vicinanze della farmacia. Il contenitore di Jerago  è dotato di una apertura superiore basculante che permette un conferimento sicuro e “senza ritorno”.

Vediamo quindi come smaltire correttamente le confezioni di farmaci scaduti.
Come prima cosa, è importante separare il blister, il flacone di sciroppo, le buste (cioè il vero e proprio contenitore del farmaco) dal foglietto illustrativo e dalla scatola di carta o cartone. Le confezioni di carta e cartone e i foglietti illustrativi devono essere smaltite nella carta.
I blister, le buste, i flaconi in vetro a diretto contatto con il farmaco vanno conferiti nell’apposito contenitore, attraverso l’apertura superiore basculante di cui parlavamo in precedenza.
Quindi ricapitoliamo:
  • Blister, buste, flaconi e fiale di plastica e vetro, stick ecc. contenenti ancora farmaco [contenitore farmaci scaduti]
  • Scatole carta e cartone, foglietti illustrativi [smaltimento carta e cartone]
  • Altro materiale non contenente farmaco [smaltimento differenziato a seconda delle tipologia di materiali coinvolto]
Dunque solo i farmaci soli devono essere deposti all’interno del contenitore. Risulta un errore conferire nel bidone intere confezioni di vendita dei farmaci o sacchetti contenenti più confezioni di farmaco. Questo comportamento riduce inutilmente il volume disponibile nel contenitore, costringendo con buona probabilità altre persone a riportare a casa i farmaci per una successivo conferimento. A tale proposito, nessun farmaco o dispositivo deve essere abbandonato al di fuori del contenitore stesso: ciò che rimane accessibile può costituire un pericolo per i soggetti a rischio. Ci vuole veramente poco per fare bene.



SI

NO
Tutti gli altri dispositivi sanitari non farmaci che non sono taglienti (sfigmomanometri, aerosol, termometri digitali, cannule per flebo, cateteri, sacche per stomia, ecc.) e altri dispositivi sanitari taglienti o pungenti (bisturi, pinze, forbici, siringhe, aghi, ecc.) devono essere smaltiti secondo regole specifiche anche attraverso le piattaforme ecologiche.
Il corretto smaltimento di farmaci e dispositivi costituisce una prova di civiltà che tutti noi siamo chiamati a dare.
Torna ai contenuti